Il Paradigma PMOH - CSR

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Paradigma PMOH

 
Il Modello Pervasivo dei Nodi Organizzativi (PMOH- Persavive Model of Organizational Hubs) è un modello della Dr.ssa Elisa Paravati, nato dopo lunghi anni di studi e applicato sia nella clinica che nelle organizzazioni, e ancora in evoluzione.
 
Il modello affronta il classico sistema come una rete appaiata di nodi (Network) che lavora secondo alcune regole puntando a tre obiettivi: la coscienza, l’autoapprendimento e l’omeostasi.
 
Gli esseri umani, come qualsiasi altro sistema, posseggono un interno (apparati e organi che svolgono specifiche funzioni) ed un esterno individuale e di sistema. L’interno e l’esterno si interfacciano all’interno e all’esterno creando loop via via più ampi e complessi, come la famiglia, l’universo, lo spazio e il tempo in cui si muove la nostra vita e la vita di qualsiasi organismo.
 
I “Nodi del Network sono aperti e in espansione, e cercano continuamente l’equilibrio e l’autoregolazione. Le informazioni che circolano nel network risentono di tutte le esperienze vissute da ogni Nodo e da quegli elementi (altri Nodi) con i quali interagiamo: il problema di un singolo elemento si riflette sull’intero “Network Uomo o Organizzazione, o Particella o, ecc. ” e viceversa. Se noi prendiamo come esempio l’individuo X e il network di cui fa parte ci rendiamo conto che non è separabile dal contesto in cui vive, non dimenticando che ogni network è anche il prodotto di una interazione tra “eredità genetica” e “ambiente”, che si mescola diversamente a seconda degli ulteriori fattori coinvolti.
 
In queste continue interazioni, spesso la malattia (o qualsiasi fattore che interviene all’interno di n2etwork e che crea criticità), appare improvvisamente, portando l’individuo, apparentemente, in una dimensione nuova e sconosciuta; in realtà essa è il frutto di interazioni e regole, probabilità e “Pervasioni” che costantemente f         anno si che il nostro network si evolva. Nel tempo i Nodi del network si modellano in quanto autoapprendono quelle informazioni che porteranno il network a un suo personale equilibrio.  La qualità delle nostre capacità di autoregolazione incide sul modo di vedere noi stessi e la realtà, sull’efficacia delle strategie adattive che possiamo attuare per fronteggiare situazioni nuove e “stressanti”. Quindi, quando la persona non riesce a strutturare un equilibrio adattivo con la realtà, i suoi processi e strutture psicofisiche ne risentono, venendo colpite nei loro “punti deboli” e quindi la rete entra in una crisi profonda.
 
In quest’ottica “circolare” le espressioni di questo disequilibrio (come ad e2sempio la malattia) vengono ritenute come il prodotto di più fattori, di diversa entità ed origine, che si influenzano a vicenda senza che nessuno assuma le caratteristiche di causa o effetto.
 
Se si vuole salvaguardare l’individuo bisogna tenere in considerazione, perciò, tutti i possibili fattori coinvolti, fisici, ambientali, nutrizionali, psicologici, economici, sociali, ecc. che possono condizionare la risposta dell’individuo alla malattia, come in questo caso, e che possono fare la differenza nel decorso personale della malattia, come per esempio il sostegno della rete: amici, conoscenti e familiari.
 
In tale situazione di cambiamento e di riequilibrio, entra in gioco anche lo stress, che non è solamente un pericolo per la vita da controllare ed eliminare mediante meccanismi di adattamento, ma esso va analizzato ad un livello più ampio, essendo esso, come già detto, non è il frutto di una causa-effetto.
 Se si vuole arrivare a “leggere” un mondo sempre più complesso, bisogna agire in maniera sistemica, usando una lettura olistica che non escluda nulla, tenendo in considerazione tutti i vari fattori coinvolti. Questo è lo scopo del PMOH che con i suoi strumenti tende a rimodulare il ruolo dell’osservatore, del sistema, dell’ambiente, utilizzando letture che pre2ndono spunto dall’economia, dall fisica, dalla sociologia ecc...
+39 331 998 28 34
mail: info@csrmentecorpo.eu

FB: https://www.facebook.com/Progetto-Mente-eCorpo-1566874616905877/

C.F.93266220230
V.le Papa Giovanni XXIII, 3
37067 Valeggio sul Mincio (VR)
Torna ai contenuti | Torna al menu